top of page
  • Immagine del redattoreTrafil

La funzionalità dell’eleganza: come abbinare i battiscopa al pavimento

Per scegliere il nuovo pavimento bastano poche idee precise, con un occhio alla praticità

Quante volte abbiamo immaginato di svegliarci una mattina tardi, con una lama di luce che esce dalla finestra e scalda il parquet. Quanto sarebbe bello arrivare scalzi in cucina, preparare un caffè e sentire sui piedi il tepore e la ruvidezza del pavimento in legno.


A volte le cose belle sono anche possibili: basta guardarci intorno. Perché di parquet ne esistono per tutti i gusti e (quasi) per tutte le tasche.


Parquet alla portata di tutti

Il parquet più celebre e celebrato è quello tradizionale, in legno massello, posato a incastri sui quattro lati. Molto lento nell’allestimento, ha bisogno di verniciatura, ceratura, oliatura, levigatura e lucidatura. Passerà più o meno un mese prima che possiate mettere piede in casa vostra. Ma l’effetto è assicurato: per fare un esempio, sarebbe simile al famoso quadro I piallatori di parquet, dipinto nel 1875 da Gustave Caillebotte, oggi conservato al Museo d’Orsay, a Parigi. Nel celebre quadro, la luce della mattina ristagna sul pavimento di un’elegante stanza vuota, mentre i tre piallatori lavorano piegati in avanti. Dalle loro mani sta scaturendo il parquet, quasi venendo alla vita. E il parquet è in effetti un materiale vivo, che vibra e risuona. Il quadro suscita una sensazione di materialità, che forse non sarà stata del tutto apprezzata dai critici dell’epoca, ma che sarà sicuramente quello che cerchiamo oggi in una casa elegante.

Più moderno è il parquet prefinito, che non ha bisogno dell’allestimento lento del massello: in tre giorni potrete percorrere il salotto. Di solito è formato da due strati, il primo in legno nobile, e il secondo di supporto in legno dolce, come betulla o abete.


Il più economico è sicuramente il laminato, decisamente robusto, adatto soprattutto ad ambienti molto frequentati, all’ufficio o al negozio. Composto da più materiali, è in realtà un finto parquet, ma assomiglia del tutto all’originale.


Arredare con il parquet

Ognuno di questi parquet può pavimentare stanze diverse, con funzioni diverse e con colori diversi. Apparentemente potrebbe sembrare difficile cercare un parquet che si combini perfettamente con l’arredamento che abbiamo scelto, ma oggi il parquet più levigato si abbina bene anche con il ruvido arredamento industrial. Per quanto riguarda i colori, lo stesso effetto elegante che cerchiamo può essere dato dalla combinazione tra un pavimento e una parete di tonalità diverse, chiare o scure. In questi casi gioca un’importanza fondamentale la scelta del battiscopa, che può riprendere il motivo o la colorazione del parquet, oppure andare in senso opposto, contrastandolo.


Come lavare il parquet

Uno dei problemi più ricorrenti del parquet è la pulizia. Come pulisco il parquet? Non con troppa acqua, con stracci bagnati ma non grondanti. E anche in questo caso è importantissimo il battiscopa. Serve un battiscopa che non raccolga acqua, che non faccia gonfiare o ammuffire il legno.

In questi casi può tornare utile il Battiscopa Trafil Effetto Legno, realizzato in PVC, a protezione elevata e certificata dal fuoco. Essendo totalmente impermeabile, sarà semplicissimo lavarlo senza correre il rischio di rovinare il pavimento, anche con detergenti e sgrassanti tradizionali. Per questo motivo il Battiscopa Trafil Effetto Legno è idoneo anche per ambienti con elevati standard di pulizia, come cucine o ospedali. La possibilità di scelta nella colorazione lo rende adatto a qualsiasi tipo di parquet e di arredamento. Anzi, può essere davvero l’ultimo particolare che manca per la vostra idea di casa.


Lo stile industrial

Non in tutte le case o in tutti gli ambienti il parquet è la scelta più adatta. Le nostre abitazioni spesso risentono di sbalzi di temperatura e umidità, che potrebbero gonfiare o rovinare il parquet. Ma non per questo dobbiamo rinunciare alla nostra idea di arredamento: in questi casi la resina o il gres porcellanato ci vengono in aiuto, fornendo una soluzione pratica, economica e alla moda. Dobbiamo agli anni ‘90 il fiorire dell’arredamento industrial, reso celebre soprattutto dai loft luminosi con ampi finestroni.


Lo stile industrial è capace di mantenere nel ferro e nel legno la stessa materialità dell’artigianato di Caillebotte. I vantaggi dei pavimenti in resina o grès porcellanato rispetto al parquet stanno nella grande capacità di resistenza. Perché la resina non soltanto non assorbe umidità, ma è facile da pulire, semplice da personalizzare e veloce da posare. Anche in questi casi il battiscopa può essere un buon alleato per la nostra idea di casa: un battiscopa può fare da cornice a un pavimento grigio-chiaro, spezzandolo e contrastandolo, oppure può ammorbidire il pavimento stesso, proseguendo lo stesso motivo, per far risaltare la tenuità delle pareti.

Per i pavimenti prefiniti, particolarmente indicato e con ampie possibilità di scelta è il Battiscopa Multisystem Effetto Metallo - Pietra. Dato che riproduce fedelmente i colori e gli effetti del legno, del marmo e dell’alluminio, il Battiscopa Multisystem può essere proprio il tocco finale che cercavate per il vostro arredamento. Si abbina perfettamente con la resina e il grès porcellanato, ma anche con le piastrelle. Inoltre, ha in comune un paio di caratteristiche fondamentali con queste tipologie moderne di pavimenti: è totalmente impermeabile ed è facile da posare. Bastano delle clips o della colla idonea ed è fatta. Il passacavo all’interno lo rende perfetto per gli ambienti lavorativi, aiutandoci a non incappare in quei grovigli disordinati di cavi.


 

Scopri il catalogo

in cui troverai una parte dedicata

ai nuovi prodotti green




71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page